IL PRESIDENTE KAZAKO SI È DIMESSO, LO SPEAKER DEL SENATO SVOLGERA LE FUNZIONI DI PRESIDENTE SINO AL TERMINE DEL MANDATO PRESIDENZIALE

19 Marzo 2019

Il presidente kazako Nursultan Nazarbayev ha stordito la nazione il 19 marzo, annunciando durante un discorso televisivo nazionale che avrebbe rassegnato le dimissioni dall'ufficio che deteneva da quasi trent'anni. "Come fondatore dello stato indipendente kazako, vedo il mio futuro compito nel garantire l'avvento al potere di una nuova generazione di leader che continueranno le riforme in corso", ha detto in quello che ha definito un indirizzo "speciale" che è stato consegnato sia in kazako che in russo. "La questione della successione del potere in Kazakistan è risolta nella Costituzione. Nel caso in cui l'attuale Presidente rinunci alle funzioni, i suoi compiti sono trasferiti al Presidente del Senato fino alla fine del mandato. Quindi, si tiene l'elezione di un nuovo presidente. "

Nazarbayev, che fu eletto per la prima volta nel dicembre del 1991, firmò quello che chiamò il suo ultimo decreto come presidente del Kazakistan, rinunciando alle sue funzioni a partire dal giorno successivo, il 20 marzo, e nominando il tempo per l'assunzione dell'ufficio per l'attuale presidente della il senato, Qasym-Jomart Toqayev, a mezzogiorno del 20 marzo nella sessione congiunta del Parlamento.

Nazarbayev ha descritto il suo successore come una persona fidata "che conosce il paese, la sua economia e la sua politica". Nazarbayev ha anche detto che Toqayev è "una persona onesta, responsabile e indispensabile", ben qualificata per guidare la nazione.

Laureato all'Istituto statale per le relazioni internazionali di Mosca, Toqayev ha ricoperto alcuni dei più alti incarichi in Kazakistan come ministro degli esteri nei primi anni dell'indipendenza del Kazakistan, vice primo ministro e primo ministro e, più recentemente, presidente del Senato.

Il presidente ha spiegato che la sua decisione di dimettersi giunge in un momento in cui il mondo sta cambiando e portando non solo le opportunità, ma anche le sfide tecnologiche e demografiche, che richiedono una nuova generazione per intensificare le soluzioni.

"La mia generazione e io abbiamo fatto tutto per il Paese che potevamo", ha osservato.

Ricordando le decisioni prese dalla leadership del paese dopo il crollo dell'Unione Sovietica, Nazarbayev ha affermato che la sfida consisteva nel costruire un'economia di mercato, smantellare il sistema totalitario e modernizzare le istituzioni della società, tutte e tre allo stesso tempo.

"Il percorso di sviluppo del Kazakistan ... ha permesso al Paese di passare da un'economia agraria a un'economia di servizi industriali", ha affermato il presidente. "C'è un processo di industrializzazione e urbanizzazione nel paese. I principali investitori mondiali sono arrivati nel settore delle materie prime. Ciò ha permesso di attuare i progetti più complessi nel settore del petrolio e del gas ".

L'attuale Presidente, tuttavia, manterrà un potere importante nel paese, dal momento che la legge costituzionale del 2010 ha introdotto il ruolo del Primo Presidente della Repubblica del Kazakistan - Elbasy (Leader della Nazione) per assicurare l'unità della nazione, la protezione della Costituzione, diritti e libertà dei cittadini.

"Rimango il presidente del Consiglio di sicurezza, che è investito di poteri forti. Resto presidente del partito Nur Otan e membro del Consiglio costituzionale. Il che significa che rimango con te e il paese e la nostra gente rimangono le mie preoccupazioni ", ha detto Nazarbayev.

Nazarbayev ha interpretato il suo nuovo compito per garantire l'avvento al potere di una nuova generazione di leader che continuerà le trasformazioni che sono iniziate in Kazakistan.

"Durante tutti questi anni mi hai supportato in ogni elezione e ho avuto l'onore di servire la mia grande nazione, il mio paese, per questo sono profondamente grato", ha detto alla nazione.

Nazarbayev crede che il Kazakistan debba cambiare insieme al mondo e diventare una Società del Lavoro Universale dove tutto è fatto per i cittadini di una nazione.

Come il primo presidente del Kazakistan ha concluso il suo discorso storico, ha detto che il futuro del Kazakistan deve essere uno di "un paese con un'economia forte, la migliore istruzione e assistenza sanitaria, dove i cittadini sono liberi e uguali, dove il potere è giusto e dove è lo stato di diritto ".

Fonte: https://astanatimes.com/2019/03/breaking-nursultan-nazarbayev-announces-he-relinquishes-duties-as-president-of-kazakhstan/

Soci Fondatori


Soci Onlus


Copyright © 2016. All Rights Reserved. Designed and Developed by ewebsolution.it