Expo e non solo Expo: intervista esclusiva a S.E. Sergey Nurtayev, Ambasciatore del Kazakhstan in Italia (di Lorena Di Placido)

In occasione dell'apertura di Expo Astana 2017 l'Ambasciatore Sergey Nurtayev ha

rilasciato un'intervista esclusiva ad Eurasian Business Dispatch:

Quest’anno l’agenda degli impegni internazionali del Kazakhstan si presenta

particolarmente ricca. È possibile menzionare, tra gli altri: il ruolo di

rappresentante non permanente nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni

Unite, il vertice del capi di Stato dell’Organizzazione di Shanghai per la

Cooperazione, il Congresso dei Leader delle Religioni Mondiali e Tradizionali,

il Processo di Astana per la soluzione della crisi siriana. Come si inserisce

l’EXPO di Astana tra queste molteplici attività?

In effetti l'anno 2017, diventerà storico per il nostro paese. Vorrei raccontare sulle

attività della Repubblica del Kazakhstan in queste organizzazioni internazionali. Il

Kazakhstan, come il membro non permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni

Unite per 20172018,

ha l'intenzione di prestare particolare attenzione alla lotta contro

la povertà, al rispetto dei diritti umani, al rafforzamento della fiducia e la costruzione di

un dialogo tra le nazioni. Come leader regionale e un partner globale in questioni di

sicurezza energetica, il paese che dà un contributo significativo alle missioni

internazionali di pace la

Repubblica del Kazakhstan desidera

utilizzare la sua

esperienza e le proprie competenze per affrontare una serie di sfide poste attualmente

di fronte al Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Vale la pena notare che il successo del

Kazakhstan è importante non solo per il paese, ma per l'intera regione dell'Asia

Centrale. Il Kazakhstan come membro non permanente del Consiglio di sicurezza delle

Nazioni Unite attirerà l'attenzione del mondo sui problemi dell'Asia Centrale,

promuovere attivamente gli interessi della regione e proporre le soluzioni a molte

questioni, tra cui gli aspetti di sviluppo e sicurezza.

Il Kazakhstan, nell'ambito della sua presidenza, cercherà di continuare la politica di

creare una dinamica di sviluppo multilaterale della SCO. E, naturalmente, ci stiamo

preparando molto seriamente per lo svolgimenti del summit SCO che si terrà nel mese

di giugno 2017 in concomitanza con l'inizio della mostra internazionale l'EXPO 2017

in

Kazakhstan. Tra le priorità del Kazakhstan nell'ambito di presidenza: il rafforzamento

della sicurezza regionale, la cooperazione economica, la valorizzazione del potenziale di

transito e dei trasporti, l'approfondimento dei legami culturali e umanitari. Il 21 Aprile

2017 ad Astana sotto la presidenza del Ministro degli Affari Esteri del Kazakhstan Sig.

Kairat Abdrakhmanov, è stata svolta la riunione ordinaria del Consiglio dei ministri degli

Esteri dei paesi membri dell'Organizzazione della cooperazione di Shanghai (SCO), con

la partecipazione del segretario generale della SCO e il direttore del Comitato esecutivo

della Struttura antiterroristica regionale della SCO, dove i capi dei dipartimenti di politica

estera hanno concordato il progetto sull'ordine del giorno delle riunioni del Consiglio dei

capi di Stati membri nei formati stretti e ampliati. E' stato approvato il progetto di

Dichiarazione di Astana della SCO. Inoltre, è stato firmato il progetto di elenco dei

documenti da presentare per la firma nell'ambito della riunione del Consiglio dei capi di

Stati e altro.

Il giorno 9 agosto 2017, avrà luogo XVIa

riunione ordinaria del Segretariato del

Congresso dei Leader delle religioni mondiali e tradizionali. Sullo sfondo di tensione

accumulata in tutto il mondo, il Congresso di Astana divenne un'istituzione importante a

livello globale della diplomazia spirituale. Stiamo i testimoni del fatto che l'eliminazione

della violenza e la costruzione di un mondo più sicuro impossibile senza il coinvolgimento

attivo dei leader religiosi. A questo proposito, vorrei concentrare l'attenzione sulle idee

del Presidente del Kazakhstan espresse nel Manifesto "La Pace. Il XXI secolo". Ad

esempio, i leader religiosi possono sviluppare un approccio consolidato sul disarmo

nucleare e la non proliferazione. Il lavoro del Segretariato diventa un'efficace

piattaforma del dialogo, dove i rappresentanti delle religioni mondiali e tradizionali

Like 0

  

Chi siamo Paesi Incoming Newsletter Dicono di noi Partners Contatti

lavorano insieme per identificare gli argomenti rilevanti, generare le idee costruttive e le

raccomandazioni.

Va premesso che l'idea di tenere colloqui di pace sulla situazione in Siria e stata

sostenuta da Nursultan Nazarbayev, il quale ha espresso la disponibilità a fornire una

piattaforma per il dialogo ad Astana. Il Kazakhstan non è un partito attivo e rimane

neutrale in questa materia. Astana fornisce solo una piattaforma e ribadisce il suo

impegno di pace e l'intenzione di contribuire a risolvere il problema di un carattere

internazionale molto complesso in Siria, dove la guerra è andata avanti per diversi anni.

Ed è per questo diviene molto attuale di tenere la riunione ad Astana in connessione con

l'inizio dei lavori come membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

La Mostra Internazionale l'EXPO2017

ad Astana è uno dei progetti nazionali chiavi del

Kazakhstan. L'iniziativa di organizzare un grande evento come questo nella capitale del

nostro paese, appartiene al Presidente del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev. L'autorità

internazionale e il pieno sostegno del Capo dello Stato è diventato un fattore importante

per il successo della vittoria di Astana al voto per ospitare l'Expo. Grazie al controllo

personale del Presidente del Kazakhstan, il progetto sulla realizzazione della mostra si

sta sviluppando rapidamente e con il successo. Per due anni, dopo il riconoscimento di

Astana come città ospitante dell'EXPO2017,

è stato fatto molto: è stata creata la

Società nazionale "Astana Expo 2017", è stato approvato il Fascicolo di registrazione, è

stata approvata una legge sull'organizzazione e lo svolgimento dell'EXPO. La mostra è

diventata un progetto veramente nazionale, che coinvolge tutte le parti del paese.

Il tema principale dell'EXPO2017

"L'energia del futuro". Essa riflette la preoccupazione

della comunità internazionale per il problema dell'energia che sta avendo un impatto

crescente sul pianeta. Obiettivo principale della mostra è una chiamata alla

responsabilità, lo stimolo per il dibattito e la creazione di conoscenza, in modo che la

gente impara pianificare e controllare il consumo energetico, riducendo al minimo i

danni per l'ambiente.

Si prevede che la mostra sarà visitata da due milioni di visitatori, e il numero totale di

visite sarà di circa 5 milioni. Si prevede che l'85% del numero totale di visitatori saranno

i kazakistani, e il 15%, i cittadini stranieri, molti dei quali provengono dai paesi della CSI

e la Cina. Un numero rilevante dei turisti si aspetta anche dall'Europa, dalla Turchia e

dagli Stati Uniti.

La Mostra Specializzata Internazionale L'EXPO2017

ad Astana inizierà il 10 giugno e si

finirà il 10 settembre 2017.

Vorrei aggiungere che nell'ambito dell'EXPO2017

avranno luogo gli eventi, quali: Forum

Economico di Astana, XIV Media Forum Eurasiatico, XI Forum Eurasiatico Forum

KazEnergy ed un gran numero di conferenze tematiche che saranno frequentati da

famosi scienziati, Premi Nobel e altri esperti di energia.

Il Kazakhstan si presenta tradizionalmente orientato allo sfruttamento degli

idrocarburi ed è, tuttavia, aperto a promuovere l’innovazione in campo

energetico: è possibile anticipare quale contributo diretto il Paese offrirà

all’EXPO in termini di nuove ricerche?

Il padiglione nazionale del Kazakhstan presenterà 28 progetti nel settore dell'energia, il

maggiore dei quali sarà "Tokamak" (camera toroidale con il campo magnetico), che

rappresenta una trappola magnetica chiusa per generare e mantenere il plasma ad alta

temperatura e per la reazione termonucleare.

Il padiglione "Kazakhstan" è diviso in due zone principali: famigliarità con il paese e la

sezione "l'energia creativa", che sarà composto di quattro esposizioni. La prima è

dedicata all'iniziativa del Presidente nel settore dell'energia e della tutela ambientale (la

transizione del paese verso un'economia "verde", il partenariato del programma "Ponte

Verde", la strategia globale energetica e ambientale). Nella seconda, saranno presentati

i progetti di 28 scienziati e le organizzazioni locali sul tema "l'Energia del Futuro". La

terza esposizione è "il Kazakhstan verso "l'economia verde"", illustrerà al mondo i

materiali sui progetti degli investimenti "verdi" nella regione. Attualmente, nel paese

messo in pratica 50 di tali progetti e altri 53 sono in corso di attuazione.

L’organizzazione dell’EXPO ha impegnato le istituzioni kazake in un’ampia

opera di promozione e di progettazione infrastrutturale, nella realizzazione

di nuove strutture ricettive e nel rinnovamento dell’aeroporto della capitale,

oltre, naturalmente, alla costruzione dell’area espositiva e del quartiere

residenziale ad essa adiacente. Come saranno Astana e il Kazakhstan dopo

la conclusione dell’EXPO?

Dopo l'Expo rimangono liberi i quattro internazionali ed un padiglione aziendale. Nel

padiglione aziendale si pianifica aprire il Centro Internazionale per lo sviluppo di

tecnologie "verdi" sotto gli auspici delle Nazioni Unite, l'idea è stata annunciata dal capo

dello Stato durante l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Ci sarà anche un parco

tecnologico internazionale degli startup

progettato per diventare una piattaforma per

attirare imprenditori e investitori di tutto il mondo. In due padiglioni sarà collocato il

Centro Finanziario Internazionale che si chiamerà "Astana". Rimangono altri due

padiglioni. Si valuta la possibilità di creazione di un complesso espositivo polivalente in 

uno ed il centro moderno di orientamento professionale educativo, nell'altro.

di Lorena Di Placido. Pubblicato sul numero 29 di Eurasian Business Dispatch

News


Italian Turkmen Business Forum

Siamo lieti di comunicarvi che il 20 febbraio...

Leggi news

Marco Beretta nominato Presidente dell'Associazione per il Commercio Italo-Kazako

Siamo orgogliosi di comunicare che e' stato...

Leggi news

Almaty: un centro citta' piu' verde e rilassante

Vi proponiamo un articolo di Euronews su...

Leggi news
Visualizza Tutte

Soci Fondatori


Soci Onlus


Copyright © 2016. All Rights Reserved. Designed and Developed by ewebsolution.it