UN CALENDARIO RICCO DI EVENTI!

La lingua italiana è una diretta discendente di quella latina; questa lingua classica, con i suoi canoni di bellezza, risulta incredibilmente armonica e musicale. Fonetica, lessico, morfologia, sintassi, ordine delle parole e intonazione veicolino un senso in modo ordinato, armonico e bello da sentire. Tutti questi fattori contribuiscono a rendere l’Italiano una delle lingue più musicali al mondo, non è un caso che proprio in Italia sia nato il genere dell’Opera (Bel Canto) e sia questo solo uno dei tanti motivi per cui sia considerata la culla della Musica.
Gli Italiani sono un popolo straordinariamente orientato alla musica; ogni Regione Italiana ha una sua tradizione canora: per esempio sono ampiamente famose al di là dei confini italiani le canzoni napoletane, piene di amore e nostalgia. In Kazakhstan la Cultura italiana è intrinsecamente legata alla sua musica, che è molto amata e conosciuta sia nel suo repertorio classico che leggero.

Per questo motivo Acik, l’Associazione per il Commercio Italo-Kazako, ha pensato a un inizio in ”Nota musicale” per festeggiare l’inizio della sua attività!
In occasione dell’Anno della Cultura Italiana in Kazakhstan Acik ha organizzato un calendario di iniziative, proposte come occasioni di incontro e dialogo al fine di promuovere le eccellenze italiane nel paese.
Il primo di questi eventi, in collaborazione con l’Ambasciata Italiana e con il sostegno degli sponsor Crowne Howart e Zhanna-Mobili, è stato il concerto “Sanremo Live Songs, un progetto del duo Jalisse, vincitore del Festival di Sanremo e del 4° posto all’Eurovision Song Contest. Il loro spettacolo si è incentrato sulla mescolanza della tradizione di alcune canzoni del festival di Sanremo con la sperimentazione musicale degli arrangiamenti Hiphop-Elettrop-EDM-D&B-Latino pop-Beatmaker. Accanto al duo italiano, si è esibito il noto sassofonista Gabriele Buonasorte, arrangiatore e cofondatore del progetto “In viaggio con Kerouac”, un sorprendente jazzista e compositore siciliano, che ha incantato il pubblico con la sua performance ricca di contaminazioni di stile.
Il Concerto, che si è svolto al Muz-Cafè il 2 dicembre, si è aperto con i saluti del Console onorario, dott. Pietro Calà, e del Direttore locale dell’ICE, dott. Salvatore Parano, che hanno speso parole positive sulla nascita di un’Associazione di imprenditori italiani e locali che, superando istanze individualiste, fosse orientata alla cooperazione per il bene comune.
Da ricordare anche un episodio molto simpatico e che ha reso il clima ancora più familiare: era presente al concerto una coppia che aveva assistito al Festival di Sanremo del ’97 ed era rimasta così colpita dai Jalisse da ripromettersi di chiamare un’eventuale figlia in onore del duo e così è stato!!  Dopo aver appurato che la ragazza, Jalissa, canta anche lei, è stata presentata ed invitata ad esibirsi sul palco. Non poteva esserci un battesimo migliore per l’Associazione!
Il secondo evento è stato Il Concerto sinfonico Arie d'Opera Italiane, che si è svolto il 7 dicembre presso la Filarmonica kazaka di Stato “Zhambyl”, eseguito dall’Orchestra Sinfonica Accademica di Stato sotto la direzione del maestro Gianluigi Dettori. Si sono, inoltre, esibiti il mezzosoprano Elena Nikonova, il soprano Anastassiya Kozhukarova, i tenori Aidos Zhabagin e Zulyar Kadirov.
Alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia ad Astana, S.E. dott. Stefano Ravagnan, del Console onorario d’Italia ad Almaty, dott. Pietro Calà e delle rappresentanze consolari di Stati Uniti, Olanda, Germania e Francia, il presidente dell’Associazione, dott. Alberto Simoncini ha salutato il pubblico in sala presentando il Concerto di Fine Anno come  omaggio ai compositori italiani ed organizzato in onore dell’Anno della Cultura Italiana in Kazakhstan e in occasione del 25° Anniversario dell’Indipendenza del Kazakhstan.
Realizzare un evento così imponente è stato possibile grazie all’impegno organizzativo dell’ACIK, all’adesione generosa e disinteressata del maestro Dettori e dei cantanti, alla disponibilità operativa e di alta qualità della Filarmonica e della sua orchestra, alla generosità degli sponsor (Eletto, Renzoni, MKC Multikatering Kazakhstan, E20enti Media partner AL, dott. Eugenio Novario). La sinergia di questi fattori era in funzione di offrire a chi vi partecipasse un’esperienza di bellezza che arricchisse come persone e potesse essere la possibilità di “parlare” una lingua comune al cuore di ogni uomo: la Musica.
E’ stato ribadito che, in linea con gli obiettivi dell’Associazione impegnata a sostenere iniziative e realtà no profit associate che rappresentino l’integrazione tra Italia e Kazakhstan sotto l’aspetto sociale, culturale ed etico, tale evento voleva essere anche un momento concreto finalizzato alla raccolta fondi a sostegno degli associati no-profit, l’Arca e l’Associazione Internazionale di Progetti Sociali "MASP".

Il successo di entrambi gli eventi conferma che la strada da percorrere e su cui perseverare per l’Associazione sia quella di continuare a organizzare o sostenere occasioni di confronto con modelli culturali diversi in un’ottica di comunicazione e condivisione interculturale così da favorire un’atteggiamento di apertura, tolleranza, apprezzamento e cooperazione che possa portare a una visione del mondo più profonda e consapevole.

ACIK INFORMA

 
Tutte le notizie più interessanti dall'Italia e da Kazakhstan 

Astana: piattaforma del dialogo Siriano
 
Il Kazakistan si pone come alternativa ai colloqui di Ginevra e si offre come sede di un nuovo tavolo di pace per il conflitto Siriano. La proposta viene ampiamente sponsorizzata al momento da Russia e Turchia. Le Nazioni Unite si sono dette favorevoli a qualunque iniziativa di dialogo sulla base della risoluzione UN SC 2254 e dunque anche il proposto tavolo kazako.
 
Nuovo regolamento visti per l’entrata in Kazakistan a partire dal 1/1/2017:
senza visto per 30 giorni!

 
Come affermato il 20 dicembre dal Ministro degli Esteri Idrisov, le nuove norme sono volte a migliorare e semplificare le regole attuali per il rilascio dei visti tenendo in considerazione le nuove realtà migratorie internazionali e la politica nazionale al fine di creare un accesso al visto non solo più favorevole, confortevole e trasparente per i cittadini stranieri, ex compatrioti, cittadini originari di etnia kazaka ma anche per favorire gli investimenti semplificando l’accesso per i viaggi d’affari.
 
Ci saranno solo 3 classi di visti invece che 14; A per i diplomatici, B per i visti di breve permanenza, C per i visti a lunga permanenza. Ci saranno modifiche anche sulla periodicità dei visti così come sulle procedure che riguardano le lettere di invito che dovrebbero venir semplificate.
 
Il regime di “senza visto per 30 giorni” viene esteso ad un cospicuo numero di cittadini di 45 paesi inclusa l’Italia.

Modifiche al codice delle Tasse in vigore dal 1/1/2017
 
Il 30 novembre 2016 il Kazakistan ha adottato una serie di modiche al Codice delle Tasse alcune delle quali entrano in vigore il 1/1/2017.
Vediamo le più importanti:
  1. Obbligo di registrazione IVA: a partire da un fatturato equivalente a 30000 ICM ovvero circa 190000USD. Tale soglia è destinata a diminuire ogni anno.
  2. Certificato di residenza fiscale: potrà essere presentata la stampa semplice di un certificato elettronico se questo è memorizzato sul sito dell’ente che lo ha emesso. Questo dovrebbe risolvere un po’ di problemi relativi alla legalizzazione del documento originale
  3. Fattura elettronica: l’obbligo di fattura elettronica per i titolari di partita IVA previsto nel 2017 è stato spostato al 2019. Fanno eccezione i 300 contribuenti più grandi che iniziano dal 2017.
  4. Bolla d’Accompagnamento elettronica: obbligo rinviato al 2020
  5. Obbligo di Dichiarazione dei Redditi delle persone fisiche: l’obbligo della dichiarazione dei redditi per tutte le persone fisiche è stato rinviato al 2020. Resta l’obbligo per i funzionari pubblici e gli impiegati delle società statali. Tuttavia per tutti i residenti fiscali in Kazakistan diviene obbligatorio dichiarare le proprietà immobiliari all’estero e le partecipazioni societarie in società estere.
L'internazionalizzazione parte dall'Italia
 
Mancano meno di 200 giorni a Expo Astana 2017, l’Expo dell’Energia che si terrà nella capitale kazaka tra giugno e settembre 2017. L’esposizione internazionale dal titolo “Future Energy” toccherà temi importanti e attuali quali la produzione responsabile ed efficiente di energia e il rapporto con l'ambiente, con particolare riferimento alle energie rinnovabili.
In vista dell’Esposizione Universale, si è tenuto a ottobre un importante convegno informativo durante la Settimana dell’Energia, svoltasi a Bergamo dal 17 al 22 ottobre 2016. Un ponte tra Milano e Astana, un’occasione in cui importanti relatori italiani e kazaki hanno presentato le opportunità business del paese e del prossimo Expo.

Altrettanto interessanti sono le opportunità di internazionalizzazione per le imprese italiane.
Il Mise, Ministero dello Sviluppo Economico, e alcune Regioni italiane hanno infatti emesso bandi, mettendo a disposizione fondi per le imprese italiane che intendono investire nell’internazionalizzazione.